News

RACCOMANDAZIONI "AD INTERIM" SULLA SANIFICAZIONE DI STRUTTURE NON SANITARIE NELL'ATTUALE EMERGENZA COVID-19: SUPERFICI, AMBIENTI INTERNI ED ABBIGLIAMENTO.
Monday 08 June
RACCOMANDAZIONI

Le recenti disposizioni in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 dispongono che siano incentivate la operazioni di sanificazione finalizzate al contenimento del contagio umano.Nelle imprese le cui attività non sono sospese, negli esercizi commerciali, nei servizi e luoghi vari deve essere assicurata, ove prevista, la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro, di altre aree e degli articoli.
Inoltre l'azienda, secondo come stabilito dal Ministero della Salute, può organizzare interventi periodici di pulizia.
Simili indicazioni le troviamo sia nel Documento tecnico del Ministero della salute 35824 DGPRE del 7/12/2015 ed altresì nel D.Lvo n. 81/2008.
Per Sanificazione s'intende "il complesso di procedimenti ed operazioni di pulizia e/o disinfezione e mantenimento della buona qualità dell'aria".
Secondo l'OMS la trasmissione delle infezioni da coronavirus , incluso il SARS-CoV-2, avviene attraverso droplets, goccioline di diametro maggiore/uguale a 5 micron che originano dagli atti del respirare, parlare, tossire e starnutire. Per definizione i droplets viaggiano nell'aria per brevi distanze, generalmente inferiori a un metro, e possono direttamente raggiungere soggetti suscettibili nelle immediate vicinanze, come anche depositarsi su oggetti o superfici che diventano quindi fonte di diffusione del virus; infatti in questo caso mani che sono venute a contatto con gli oggetti cosi contaminati possono costituire veicolo di trasmissione per contatto indiretto quando toccano bocca, naso ed occhi.
Premesso che il lavaggio delle mani costituisce sempre il punto cardine di una corretta prevenzione, la pulizia regolare seguita dalla disinfezione delle superfici e degli ambienti interni rivestono un ruolo cruciale nella prevenzione e contenimento della diffusione del virus.
Studi ci dicono che il tempo di sopravvivenza di questi patogeni sulle superfici, in condizioni sperimentali, oscilla da poche ore fino ad alcuni giorni (6-7-8) in dipendenza del materiale interessato, della concentrazione, della temperatura e dell'umidità.
Va sottolineato che tale dato si riferisce al reperimento di RNA del virus e non al suo isolamento in forma vitale, e quindi non correlato alla sua infettività.
In merito ai disinfettanti per le superfici e luoghi interessati, le organizzazioni coinvolte nell'emissione di linee guida (ECDC, CDC, OMS) per la prevenzione in questa fase emergenziale indicano tre punti fermi per il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2:
Garantire sempre un adeguato tasso di ventilazione e ricambio d'aria;
Pulire accuratamente con acqua e detergenti neutri superfici, oggetti, etc..;
Disinfettare con prodotti adatti, registrati ed autorizzati;
In considerazione della potenziale capacità del virus SARS-CoV-2 di sopravvivere sulle superfici, è buona norma procedere frequentemente ed accuratamente alla sanificazione (pulizia e/o disinfezione) delle superfici, operazioni che devono essere tanto più accurate e regolari per superfici ad alta frequenza di contatto come per es. maniglie, superfici dei servizi igienici, superfici di lavoro, cellulare, tablet, PC, occhiali, etc.. .
Gli interventi particolari o periodici di pulizia previsti nell'allegato 6 del dpcm 26/04/2020 possono comprendere, oltre al lavaggio con detergenti efficaci a rimuovere lo sporco dalle superfici, la disinfezione mediante prodotti disinfettanti PMC o biocidi autorizzati e/o l'uso di sanitizzanti con sistemi di generazione in situ.
I prodotti e le procedure da utilizzare per la sanificazione devono essere attentamente valutati prima dell'impiego, per tutelare la salute sia degli utilizzatori stessi che dei lavoratori addetti e di qualsiasi astante che accederà alle aree sanificate.
In tema di sanificazione degli ambienti di lavoro, fatto salvo quanto previsto per il settore sanitario e quanto previsto per i settori lavorativi per cui sono stati adottati specifici protocolli anti-contagio, il protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro prevede, oltre alle pulizie giornaliere, sanificazioni periodiche e sanificazioni straordinarie; inoltre l'azienda, in ottemperanza alle indicazioni del Ministero della Salute secondo le modalità ritenute più opportune, può organizzare interventi particolari/periodici di pulizia.
Per la gestione dei rifiuti che derivano dall'esecuzione delle operazioni di pulizia, igienizzazione e disinfezione si faccia riferimento ai contenuti del Rapporto ISS COVID-19 n.3/2020, che prevede "Indicazioni ad interim per la gestione dei rifiuti urbani in relazione alla trasmissione dell'infezione davirus SARS-CoV-2".
Nelle operazioni di pulizia, igienizzazione e disinfezione effettuate in ambienti lavorativi (non sanitari) ove non abbiano soggiornato soggetti COVID-19 positivi accertati, e finalizzate quindi alla prevenzione della diffusione dell'infezione COVID-19, i rifiuti prodotti quali ad esempio stracci, panni spugna, carta, guanti monouso, mascherine etc.., dovranno essere conferiti preferibilmente  nella raccolta indifferenziata come rifiuti urbani non differenziati (codice CER 20.03.01).
utilizzare sacchi di idoneo spessore utilizzandone eventualmente due, uno dentro l'altro, se si hanno a disposizione sacchi di bassa resistenza meccanica;
evitare di comprimere il sacco durante il confezionamento per fare uscire l'aria;
chiudere adeguatamente i sacchi;
utilizzare DPI monouso per il confezionamento dei rifiuti e la movimentazione dei sacchi;
lavarsi accuratamente le mani al termine delle operazioni di pulizia e confezionamento rifiuti, anche se tali operazioni sono state eseguite con guanti;
Gli altri rifiuti prodotti nell'ambito della normale attività dell'azienda, e che sono gestiti come rifiuti speciali o speciali pericolosi, devono essere classificati e gestiti secondo le modalità previste dalle disposizioni vigenti.

CSA TEAM
Via Primo Riccitelli, 11 - 64100 - Teramo (TE)
Tel. 08611992057 
Località Boschetto di Pile - 67100 L'Aquila (AQ)
Tel. 0862401515 

 

PARIDE Scarl
Via Primo Riccitelli, 11 - 64100 Teramo (TE)
T. 0861248802

COOPERA Servizi Ambientali & Manutenzioni
Via Primo Riccitelli, 11 - 64100 Teramo (TE)
Tel. 08611992056

 

AQUILAB
Località Boschetto di Pile - 67100 L'Aquila (AQ)
T. 0862401515